Audiosocket, licensing musicale fai-da-te



Non sono i primi né gli ultimi a lanciare un servizio del genere, ma quelli di Audiosocket sembrano avere le carte in regola per ottenere buoni risultati. La società ha iniziato l’attività un paio d’anni fa ma il relativo sito – dopo una lunga fase di sviluppo – ha aperto i battenti solo il 1 ottobre di quest’anno.

In meno di un mese ha ricevuto materiale da trecento artisti diversi e ha già piazzato numerosi brani in compilation, videogiochi, programmi televisivi e via dicendo.
“Sincronizzazione” (musica abbinata alle immagini in movimento) e altre forme di licensing sono il pane quotidiano di Audiosocket, che però non punta a costruire un gigantesco catalogo di ignoti indipendenti, ma ad operare una massiccia selezione, in modo da avere una lista ampia ma allo stesso tempo di qualità da sottoporre a consulenti e supervisori in cerca di musica per i propri progetti multimediali.

Da fine anno sarà disponibile un sistema consultabile online per cercare nel catalogo attualmente in costruzione; da segnalare infine il nome di Sony tra i clienti che già hanno utilizzato i servizi di Audiosocket, e la presenza nel team della società di Karen Ahmed, che ha un’esperienza di 15 anni nel settore discografico e proviene da Rhino/Warner.

Pubblicato su: http://blog.mytech.it/2007/11/audiosocket-licensing-musicale-fai-da-te/