TMZ.com e la bufala di JFK



Una fotonotizia del sito di gossip TMZ.com fa rapidamente il giro del web: ma è una bufala colossale.

No, non è JFK. Non è lui l’uomo ritratto sdraiato su uno yacht in una vecchia e massacrata fotografia in bianco e nero in cui si vedono ben quattro donne molto poco vestite, rapidissimamente diffusa sul web (e altrettanto rapidamente smentita).

La foto del secolo, la grande esclusiva, l’immagine che avrebbe potuto “cambiare la storia del mondo” è una bufala e non ha nulla a che vedere con il mito di John Fitzgerald Kennedy.

Facciamo un passo indietro: oggi, 28 dicembre 2009, il sito di gossip TMZ.com – sempre dedito a scovare materiale “scottante” di ogni genere – ha pubblicato “la foto che avrebbe potuto cambiare la storia”, ossia una immagine compromettente di un presunto JFK – già senatore ma non ancora Presidente – che se la spassa in barca con donnine discinte, presumibilmente durante una vacanza nel Mediterraneo. In quell’occasione la moglie Jacqueline era per di più incinta, si trovò a dover fronteggiare un cesareo d’emergenza (ma il bimbo nacque morto). Il tutto mentre il presunto JFK se la spassava. TMZ mette a confronto la foto (sbiadita e in cattive condizioni) con un’immagine ufficiale di Kennedy e sottolinea come un’immagine del genere sarebbe stata un siluro per la carriera del futuro Presidente.

Tutto sembra plausibile. Peccato che arrivi dopo poche ore una clamorosa smentita, da un sito concorrente; The Smoking Gun svela la bufala: altro che JFK, è una foto tratta da un Playboy e per di più di diversi anni dopo (!).

TMZ aveva cercato di datare l’immagine al 1956 o comunque intorno alla metà degli anni ‘50. The Smoking Gun pubblica la scansione della pagina di Playboy, dove la stessa foto compare integra, a colori e come parte di un servizio “leggero” su alcune coppie in vacanza ai Caraibi, alle Grenadine. Tutti modelli, tutti pagati, come conferma Larry Dale Gordon, fotografo dell’epoca.

Brutta figura in mondovisione per TMZ.com, insomma, e per tutti coloro (ecco ad esempio il nostrano “Il Giornale” o l’agenzia ANSA) che avevano rapidamente rilanciato la sensazionale “esclusiva”…

Pubblicato su: http://mytech.it/web/2009/12/28/tmzcom-e-la-bufala-di-jfk/